Chat con whatsapp Telefono
Chat con Telegram
 
 

Blog


In costruzione.



LOCALIZZATORI SATELLITARI.
Come si fa a sapere se c'è un localizzatore sotto ad un veicolo?

La prima cosa che raccomandiamo è di non guardare troppo lo specchietto retrovisore. Perchè i pedinamenti detti 'a vista', cioè molto ravvicinati, sono diventati una rarità. Mentre sono frequenti i pedinamenti a distanza di sicurezza assistiti da localizzatore satellitare GPS. Applicare e rimuovere un localizzatore è facile. Nel 75-80% dei casi il localizzatore viene applicato sotto al veicolo con calamite. Ma proprio da qui parte la buona notizia: per trovare un localizzatore nascosto sotto ad un veicolo non ci vogliono costosi e complicati rilevatori di microspie (peraltro di dubbia efficacia soprattutto negli autoveicoli). Basta un po' di fai da te.
Procuriamoci una torcia a pile, parcheggiamo il veicolo in un punto pianeggiante, tiriamo il freno a mano e aspettiamo 30 minuti per far raffreddare marmitta e motore. Distendiamoci a terra e guardiamo sotto al veicolo. Iniziamo dall'area posteriore, che è la preferita per collocare un localizzatore. Ma diamo un'occhiata anche nell'area anteriore (zona motore e cambio). L'obiettivo è cercare una scatola plastica oppure un corpo irregolare avvolto con guaina plastica. Le dimensioni medie di un localizzatore possono essere di circa un pacchetto di sigarette e mezzo (10-11 cm. di lunghezza, 7-8 cm. di larghezza e 2,5-3 cm. di spessore). Ma il mercato è pieno anche di localizzatori con dimensioni superiori, fino a veri e propri mattoncini di 120x100x50mm. che in un sottoscocca si notano a primo colpo d'occhio.
Se non vi sentite sicuri di individuare un corpo estraneo sotto ad un veicolo basta andare dal meccanico di fiducia e chiedergli di caricare l'auto sul ponte per ispezionare il sottoscocca. Ormai qualunque meccanico sa cos'è un localizzatore satellitare, quindi si può essere precisi. Chiediamogli di guardare negli anfratti, nella parte nascosta dei longheroni, nell'area paraurti posteriore, nell'area retro fanalerie posteriori, nei punti coperti da rivestimenti plastici o gommati e nelle scatolature della carrozzeria. I tempi sono di 20-30 minuti. Il rischio che un localizzatore passi inosservato ad un meccanico dipende dalle dimensioni. I localizzatori ultrapiccoli esistono e si nascondono negli angoli più remoti. Ma gli ultrapiccoli Made in China sono inaffidabili e forniscono solo qualche ora di effettivo servizio. Quindi non vengono quasi mai usati. Mentre gli ultrapiccoli professionali arrivano ad alcuni giorni di effettivo servizio. Ma sono rari sul mercato e hanno un costo consistente. Un meccanico può quindi trovare almeno il 90-95% dei localizzatori.

Esempi di localizzatori comuni sul mercato




TELEFONIA MOBILE.
Semplici trucchi.

Volete far apparire spento un cellulare che in realtà deve restare acceso solo per SMS, Internet o per fare chiamate?
Semplice. Basta attivare il trasferimento di chiamata *21*NUMERO#[INVIO] ad un'altra SIM card dello stesso operatore messa in un cellulare spento o non inserita in alcun cellulare. Es. *21*3301234567#  Il cellulare con deviazione risulterà spento a qualsiasi chiamante, ma in realtà è acceso per inviare/ricevere SMS, per connetterlo ad Internet, per fare chiamate, ecc.

Volete sapere se un cellulare che risultava raggiungibile fino a poco tempo fa è stato volutamente spento oppure se si trova temporanemente senza segnale?
Durante la chiamata basta prestare attenzione al tempo che intercorre fra l'invio della chiamata e la risposta "non raggiungibile" da parte dell'operatore. Se la risposta è quasi immediata (2 3 secondi) probabilmente il cellulare ha comunicato l'OFF-state al servizio di rete NSS quindi è stato volutamente spento. Se invece passano 4-10 secondi probabilmente è in una zona senza segnale (il servizio di rete NSS lo deve cercare fino a livello MSC prima di segnalarlo irragiungibile, quindi ci mette alcuni secondi).

A volte capita che non ci si trova sotto copertura e si ricevono delle chiamate. Senza i servizi 'Lo sai' o 'ChiamaOra' non si viene a sapere nulla. Questo simpatico bot di Telegram, al momento gratuito, segnala tramite un messaggio Telegram il numero di chi ha chiamato quando non eravamo raggiungibili. Qualche dubbio sulla privacy, visto che richiede il trasferimento di chiamata non raggiungibile / occupato. Ma funziona bene. http://www.moosa.it/chiamato.html

Volete avere rapidamente e gratuitamente un numero fisso virtuale (anche temporaneo) con il prefisso della Vs. zona? Il numero è sfruttabile tramite VOIP (cioè via Internet) e un cellulare Android con App. Supporta il trasferimento di chiamata. Discreta qualità audio anche su cellulari connessi ad Internet. Una soluzione da tenere in considerazione non solo per fini organizzativi in mobilità, ma anche per ridurre il rischio di intercettazioni su linee fisiche tradizionali e altre necessità. www.messagenet.com


 

LOCALIZZATORI SATELLITARI.
Come scoprire se siamo pedinati a breve distanza con un localizzatore?

Internet è pieno di trucchi per capire se siamo pedinati. Su Google ci sono 136000 risultati sul tema. Alcuni trucchi che popolano la rete:
a) Girare a lungo dentro una rotatoria (ma quanto a lungo?).
b) Simulare soste improvvise (per aspettare chi?).
c) Fare manovre strane ai semafori (occhio al Fotored!).
d) Infilarsi all'improvviso in stradine senza uscita (che però sono sempre segnalate da apposito cartello, forse si spera che l'inseguitore sia cieco?).
E altri ancora, fra cui quelli della immancabile 'Elizabeth Wilson' che dispensa trucchi e suggerimenti riguardanti l'infedeltà. A volte certi trucchi possono essere utili se siamo pedinati a brevissima distanza senza GPS. Ma se siamo pedinati con GPS, cioè quasi sempre, sono inutili e pericolosi. Questo perchè i localizzatori satellitari professionali aggiornano la posizione del veicolo inseguito min. ogni 1-1,5 secondi, con un ritardo (latenza) di 1-2 secondi fra reale posizione del veicolo in strada e posizione in mappa. Quindi un realtime speculare quasi al secondo. I localizzatori economici invece arrivano ad un aggiornamento min. ogni 8-10 secondi, con un ritardo (latenza) oscillante fra i 4 e i 15 secondi circa (dipende dalla qualità e dal carico di lavoro della piattaforma WEB). All'atto pratico significa che l'inseguitore può vedere i nostri movimenti e le nostre fermate a distanza di sicurezza (anche se usa un localizzatore economico). Quindi cercare l'inseguitore con 20 sguardi al minuto nello specchietto retrovisore è quasi sempre inutile. L'inseguitore di solito si trova ad una distanza di 0.5-2 km. in città, 1-4 km. fuori città e 2-8 km. in autostrada. Sono le distanze tipiche che gli consentono di non essere notato, di vedere ogni nostro movimento e di avvicinarsi con sufficiente tempestività quando parcheggiamo.


Un trucco per provare a capire se siamo pedinati a breve distanza con un localizzatore satellitare è quello del bar. Fermiamoci in un bar fuori centro abitato e con parcheggio davanti. Entriamo, sediamoci ad un tavolino il più possibile nascosto alla vista (ma con possibilità di vedere l'ingresso) e attendiamo. Non bisogna sedersi vicino a una vetrina perchè l'inseguitore potrebbe avere un cannocchiale o un teleobiettivo per guardare a distanza. Se qualcuno ci sta davvero pedinando con un localizzatore satellitare di solito arriva in zona entro 2-4 minuti. Spesso fa due o tre passaggi davanti al bar senza fermarsi. Poi parcheggia nelle immediate vicinanze, studia l'ambiente e attende. Ma l'attesa non dura molto. Se l'inseguitore è sconosciuto alla persona che sta pedinando, quasi sempre entra nel bar per verificare se siamo con qualcuno. Ecco quindi l'ingresso di una o due persone che di solito preferiscono il servizio al banco. All'inizio l'atteggiamento è naturale ma, se siamo un po' nascosti alla vista, dopo un po' partono brevi occhiate per individuarci. Se le cose dovessero andare più o meno così... la possibilità di essere pedinati è abbastanza alta. Se possibile proviamo a individuare l'auto sospettata di pedinarci e annotiamo la targa con discrezione.

Un altro trucco, valido per chi sospetta di essere pedinato per infedeltà, è il motel. Raggiungiamo un motel fuori città, parcheggiamo e usciamo dall'auto rapidamente. Ovviamente non dobbiamo entrare nel motel ma nasconderci il più possibile nel giardino, nel parcheggio o comunque nelle immediate vicinanze. Bisogna evitare di allarmare gli addetti del motel, che potrebbero accorgersi del nostro strano atteggiamento anche tramite la videosorveglianza esterna. Per questo può essere utile fingere un paio di telefonate tipo "dove sei?". Osserviamo nei dintorni. Se qualcuno ci sta davvero pedinando dopo qualche minuto iniziano movimenti e passaggi strani. Prima in strada, poi a volte anche nel parcheggio. Se possibile annotiamo la targa con discrezione.




LOCALIZZATORI SATELLITARI.
Come costruire un localizzatore di emergenza in 3 minuti?

In arrivo...


 






 

 






Telefono Electronet.






          


Pagamenti

    
 

La rete professionale
 

Facebook ElectronetModena






Google Plus
 


ELECTRONET Via Giardini Sud 261 41028 Serramazzoni (MO) - Italy. Tel. +39 0536950263 n. 2 linee R.A. Fax +39 0 5361851123. Partita IVA IT 02811170360 - REA 333421 MODENA ITALY - Autorizzazione al commercio 12/99 Comune Pavullo (MO) - Indirizzo PEC D.P.R. 68/2005: contattateci.


[Cenni legali]  [Blog]  [Link utili]




Questo sito non utilizza cookies per "profilazione". Proseguendo la navigazione acconsenti all’ uso di cookies temporanei di tipo tecnico per una migliore esperienza di navigazione (informativa Privacy GDPR - cliccare qui).

Copyright Electronet Labs - Intelligence devices.